Wind of change

Le circostanze di questo periodo mi stanno indicando che è necessario un cambiamento. Anzi, per essere più precisa, il cambiamento è già in atto, a me rimane solo di seguire la realtà, avendone preso consapevolezza.

Non mi è mai molto piaciuta questa canzone degli Scorpions, ha un tappeto sonoro smielato. Ma fa gioco al titolo del post.

Il sito degli U2 avvisa che domani sarà possibile scaricare gratuitamente il loro nuovo lavoro. Tempo fa avrei sobbalzato e, sicuramente, mi sarei collegata alla mezzanotte per non perdermela, l'occasione. Oggi per me non lo è più.

Non si può vivere del ricordo di un avvenimento vissuto. Abbiamo continuamente bisogno che il fatto riaccada, sempre e a ogni istante.

O il fatto riaccade o è sentimentalismo (e, musicalmente parlando, si finisce col concepire unicamente Beatles days o Roxy Bars o Lambrusco coltelli rose & pop corn). Il sentimentalismo non regge, nel tempo. Non sfama i popoli, né tanto meno me. E io, di fame e sete, ne ho tanta. Infinita. Inesauribile. Ineluttabile.

Di queste tre "i" ce n'è a sufficienza per una vita intera. E forse anche di più.

Comments