Serva inutile

Questa settimana ho il turno di pomeriggio al lavoro. Lavorare su turni non è affatto male, mi consente di avere molto tempo libero, soprattutto quando lavoro al mattino. Questa mattinata la dedico alla scrittura e alla lettura: prima un articolo per il mio quotidiano e adesso il blog.

Dopo un paio di giorni di sole in cui sembrava che la primavera facesse capolino, oggi ha ripreso a piovere. Almeno pulisce un pò l'aria, che è ormai irrespirabile per via dello smog. Questo clima però esaspera la mia gastrite e lo stomaco protesta, come se potesse ottenere alcunché con i suoi rimbrotti. Io, il tempo, mica lo posso cambiare.

In questi ultimi giorni ho partecipato alla realizzazione di una mostra nella mia città, un'iniziativa di circa quindici giorni intitolata "Videro e credettero: la gioia e la bellezza di essere cristiani". Avrei voluto collaborare come guida, ma la mia salute non me l'ha permesso e ho dato il mio contributo come addetta al bookshop allestito nell'occasione. Come ho avuto modo di scrivere a un'amica, non è tanto quello che fai, ma come lo fai. Per il resto, sono serva inutile del Signore e Lui sa sicuramente usare di me meglio di quanto io sappia immaginare.

Da alcune settimane mi sto appassionando alla visione di film in dvd, cosa che non posso condividere con la mia coinquilina perché lei odia tutto ciò che è pellicola e cinema e tv. Il bello di avere scarse capacità mnemoniche è che un film per me rivisto dopo un paio d'anni ritorna come nuovo. Ma della mia attrazione per la settima arte tornerò a parlare in un altro post.

Per ora, buona settimana a tutti.

Comments

  1. Ciao, condivido questo tuo post, e ti propongo uno mio più o meno sullo stesso tema. http://laterradicanaan.blogspot.it/2011/05/essere-o-non-essere-questo-e-il.html
    Buon lavoro, con utile e senza!

    ReplyDelete
  2. Grazie per il tuo suggerimento: l'ho letto.

    ReplyDelete

Post a Comment