Intorno a un tavolo

Ogni volta che incontro
voi tre
è una cicatrice
che tira

Ogni volta che vedo
voi due
è quella goccia
che la riapre

Ogni volta che penso
a voi cinque
invoco quell’unica parola
che prima stride
e poi lenisce

Ma è un balsamo
ancora troppo scarso
per arrivare nel profondo
nel profondo
giù

Pelle liscia ricopre
ossa tremanti
nel profondo
nel profondo
e poi su

Come un respiro
il girotondo
si riproduce
una volta,
e poi cento, mille

Comments