Incontri quotidiani

Forse perchè in un angolo dentro di me c'è sempre stato un istinto a fuggire, evadere, oggi capito e proprio per questo parzialmente placato, ma fin dall'adolescenza ho sempre preferito la musica straniera e detestato quella di casa nostra. Mi rendevo conto che probabilmente mi sarei persa cose che valevano la pena di essere ascoltate,ma allora non potevo fare altrimenti.

Di De Andrè conoscevo quelle più note, ma mica erano nel mio personale juke box delle canticchiabili. Restavano lì, in un angolo spaesato, senza arte né parte. Forse cogliendo l'occasione del decennale della sua scomparsa, mi sono messa ad ascoltare una raccolta di tre cd, con le più note e le meno conosciute, le più vecchie e le più recenti.

È stata una piccola folgorazione. Man mano che l'autoradio snocciolava una canzone dopo l'altra mi si è acceso qualcosa dentro. Ho scoperto di provare un'emozione ascoltando quelle melodie, quelle parole. Ma è stato un colpo di fulmine soprattutto con quel suo personale modo di raccontare storie dentro le canzoni, di scrivere rime e assonanze mai banali. Dense. E quella sua voce, quel suo timbro vagamente cartavetrato, che bellezza.

Un piccolo incontro quotidiano.

Comments

  1. Hai ragione, è sempre bello cominciare e scoprire, non c'è una regola, già gioire di questo regalo e farci caso è tanto.
    In questo strano mondo di tutto e subito e bello avere i propri tempi, dovuti a qualsiasi evenienza passata.
    De andrè poi, più si ascolta e più ti porta nel profondo...meraviglia.....
    La mia vita è spesso guidata da una sua frase che esprime gran parte di me.....:
    "..dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fior..."
    come si fa a dire di no??????????
    é' un piacere conoscerti, ho visto il tuo blog ed'è molto stimolante,
    ciao,
    Sa

    ReplyDelete
  2. è bello, porca paletta l'accentoooo, scusa :)
    hi hi
    Sa

    ReplyDelete
  3. vero, quella frase su diamanti&letame affascina anche me, l'ho sentita per la prima volta giusto qualche giorno fa, è di una forza notevole, diretta, come molte delle sue frasi. a far notare che le piccole cose sono spesso (se non sempre) le più grandi! ciao sa (bella la coccinella rossa), a presto :)

    ReplyDelete
  4. si....e non solo, a rimarcare che dalla povertà nasce e vive l'autenticità, la verità.
    Io adoro le coccinelle, pensa che per anni ho tirato avanti dipingendo solo quelle.....coccinella...mio primo amore.....

    ReplyDelete

Post a Comment