Il bianco e il nero

Sogni città mai viste
che un cuore acerbo
che mai disse ti amo
stenta a riconoscere
come se vivesse narcotizzato


Che cos'è questa patria
quando il desiderio di partire
varca appena le colonne dell'illusione,
che è insieme rifugio e porto
e a volte si basta perfino da sola
perchè si nutre da sé
e a volte finisce nel nulla
perchè è quel parassita che non t'aspettavi


................................................... [Che fai, resti o vai?
Resto, per ora resto
lasciami sognare ancora
finchè il verme solitario bucherà l'illusione incolmabile
................................................................[Non posso
Finchè mi sveglierò dalle emozioni ipnotizzate
e guarderò dentro la scatola pulsante, forse
.................................................................[Non posso
Che forse un giorno imparo a piangere e a ridere
.................................................................[Non posso


I muri sono sempre lì
una pietra si sposta
una sola, fino in fondo
nel risveglio dal sonno drogato
capirai il bianco dal nero
in questa nuova luce
e muoverai il tuo passo

Comments