Sensazioni al risveglio

Mi chiedo quanto ci sia di vero sul sesto senso e quanto ogni persona possa godere di questa qualità, dote.

A volte mi capita di svegliarmi la mattina con il desiderio di rimanere a dormire e non voler iniziare la giornata, con un senso di ansia che attanaglia la trippa e chiude lo stomaco. Poi, durante la giornata, si verificano situazioni negative che giustificano quell'ansia. E mi chiedo se come i gatti noi presentiamo l'arrivo dei "temporali" (anche se ovviamente non possiamo prevedere di cosa si tratterà) o se si tratta, come mi diceva ieri un'amica, di trovarsi semplicemente in una disposizione d'animo che contribuisce ad una reazione di maggior sconforto rispetto alle situazioni negative che poi si verificano.

Comments

  1. sesto senso, empatia... io ci credo e, bonariamente, le mie sorelle - per la "capacità" che ho nel captare i moti di animo dei familiari - mi definiscono "streghetta"... è bello, ma a volte si soffre un po'...

    ReplyDelete
  2. in che senso si soffre? per via della sensazione stessa che ti lascia un pò così o per altro?

    ReplyDelete
  3. si "soffre" perché quando la situazione non è bella "senti" il dolore o la sofferenza dell'altro... e lo "senti" davvero...

    ReplyDelete
  4. è una forma di comunicazione quasi più intima, riesci a entrare in contatto con chi ti sta vicino. sentirne la sofferenza e soffrirne insieme fa parte dell'empatia, un pò lo "scotto da pagare".

    ReplyDelete

Post a Comment