Il riflesso della primavera

Stamattina stavo guidando venendo al lavoro, via XX Settembre. Cielo plumbeo. Una rondine non fa primavera. ma ... tante rondini? Ad un certo punto ho visto che sul parabrezza posteriore dell'auto davanti a me c'erano dei puntini che si muovevano. Sapendo di non aver fumato nulla di strano, ho pensato di avere problemi allucinatori, ma guardando meglio ho capito che era il riflesso di un movimento dinamico che si librava in cielo: 7-8 rondini che giravano in tondo (ho guardato all'insù) e che danzavano sul vetro di sotto come un gruppo di ballerine a due dimensioni. Una poesia sinergica fra cielo e terra, fra il 3D e il 2D. Mio sorriso. Anche questa mattina è iniziata con un verso.

Comments