Carnevale

È una vita che non mi travesto da qualcosa, ma se potessi in questo momento mi vestirei da bagnante ai Caraibi o in Polinesia.

Comments

  1. grande idea!!! un mio caro amico, che abita a Rimini, continua a dirmi: ma come fai a vivere a Como? Io se non ho il mare a meno di 5 minuti a piedi da casa impazzirei... bel travestimento quello del bagnino... il più è svestirsi da tutti i leghini e i legacci che ci costruiamo...

    ReplyDelete
  2. Sono nata a Brescia e non ho mai vissuto al di fuori di questa città, eppure è come se sentissi un bisogno ancestrale di stare vicino al rumore e al movimento dell'acqua ogni tanto. Forse nella mia vita precedente ero un pescatore di sarde... Fortuna che ci sono almeno i laghi a portata di piede.
    Per quanto riguarda i limiti che ci poniamo da soli (certo che l'essere umano è un bel tipo, eh?), il bello della sfida è riuscire a riconoscerli e slacciarli, verso un bene migliore. :)

    ReplyDelete
  3. certo che è un bel viaggio quello che ci porta a salpare lontano dai nostri limiti..faticoso e doloroso..io l'ho fatto, ma ancora sento che c'è in giro una cima che mi impedisce di prendere il largo o, quantomeno, di pensare di poterlo fare. Ma la ricerca continua ;)

    ReplyDelete
  4. Sì, direi di sì, è un bel viaggio, credo ci accompagni tutta la vita. Un lungo percorso di crescita, di scoperta, faticoso e doloroso come hai detto tu, ma anche gioioso. giorno dopo giorno, un giorno alla volta. e limare le varie cime - paura di non sentirsi all'altezza, del cambiamento o di mettersi in gioco e rischiare - far diventare queste cime via via colline e poi terreno piano... è come decidiamo di percorrere le tappe del nostro viaggio. Sta a noi. :)

    ReplyDelete

Post a Comment