Ricordi d'altri tempi

La giornata di ieri è stata un momento di coccola pura (o quasi...). Niente sveglia, ovviamente. Sveglia naturale, luce soffusa che filtrava dalle tapparelle, qualche rumore domenicale. Metà mattina, domenica mattina. Alzata con la voglia di colazione. Poi, sul divano, qualche movimento di zapping. Copertina sul divano, occhio che si socchiudeva ancora. Poi, di nuovo a letto, fino alle tre del pomeriggio. Pranzato, poi sul divano. Qualchecosina al computer, poi divano. Bagno caldo con olio essenziale all'arancio, vapori e crema. Cena, divano. Letto. Dolce far niente, mai messo piede fuori di casa. Una sola telefonata. Come i bambini: mangiare e dormire, dormire e mangiare. Prima o poi lo ripeterò. Controavvertenza: se fatto troppo spesso può indurre all'abbruttimento da ghiro in letargo. Una volta ogni tanto (meglio se in due) ci sta.

Comments